Oggi nel mondo ci sono più schiavi rispetto a qualsiasi altro momento della storia umana, con una stima di 27 milioni di persone che vivono in condizioni di schiavitù. Uomini, donne e bambini vengono sfruttati contro la loro volontà per fare dei lavoro manuali e subire degli abusi sessuali. L'età media delle vittime è di 12 anni.
 
Donne e bambini spesso sono rapiti o venduti da famiglie che vivono in condizioni disperate. L'età media delle vittime continua a diminuire mentre i clienti cercano dei "prodotti” sempre più freschi.
Per -traffico di esseri umani- s’intende il commercio illegale di persone, soprattutto per fini di lavori forzati e di abusi sessuali. A livello globale, il traffico di esseri umani riguarda l'industria del crimine che vanta una crescita molto veloce essendo presente in tutte le nazioni. Ogni 30 secondi, qualcuno cade vittima di questo tipo di schiavitù moderna.
 
La campagna A21 (www.thea21campaign.org) esiste per abolire l'ingiustizia del 21° secolo attraverso un sistema globale di misure di prevenzione, protezione delle vittime, incriminazione dei trasgressori e tramite delle strategie di collaborazione.
 
PREVENZIONE
L’obiettivo di A21 è di prevenire il traffico umano attraverso le campagne di sensibilizzazione e di educazione nelle scuole, orfanotrofi, università, chiese e comunità.
 
PROTEZIONE
Le vittime che sono state liberate dal traffico umano si trovano sotto la nostra copertura e vengono alloggiati in rifugi e case di transizione; luoghi sicuri dove i sopravvissuti possono sentirsi restaurati e recuperare le forze necessarie per ritornare a vivere in libertà.
 
AZIONE PENALE
I trafficanti vengono processati e condannati, consolidando così la risposta della legge al traffico di esseri umani. Ogni vittima curata da A21 riceve la consulenza legale ed è rappresentata durante il processo penale.
 
PARTNERSHIP
A21 coopera con le forze dell'ordine presenti nel territorio, con i servizi sociali e con la cittadinanza in modo da sovvenire a tutte le esigenze di coloro che vengono sottratti dalla schiavitù.   
 
VISITA IL SITO